venerdì, 25 aprile 2014
Abbonati gratis
Edizioni locali:

Scienze e Tecnologia

“One liter of light”: un progetto a costo zero per l’illuminazione a base d’acqua

liter of light
scritto da Bruna_Giorgio
pubblicato il 23 luglio 2012, 18:45
ultimo aggiornamento
23 luglio 2012, 18:51
Condividi
Invia a un amico
Aggiungi ai preferiti

Articoli correlati:

Si chiama One liter of light, letteralmente “un litro di luce”, il progetto di uno studente che ha rivoluzionato i sistemi di illuminazione di alcuni sobborghi filippini in degrado dove, sino ad allora, si era soliti ancora utilizzare lampade a cherosene.

Il progetto si propone di offrire entro il 2013 illuminazione gratuita per più di quattro milioni di famiglie indigenti che vivono in abitazioni prive di elettricità e dove le lampade a petrolio hanno provocato già numerosi e letali incendi.

La nuova fonte di illuminazione sarà a costo zero. Il punto di partenza indispensabile è una semplicissima bottiglia di plastica riutilizzata che viene riempita d’acqua, a cui si aggiungono materiali riflettenti. Montata nel tetto,  assorbe la luce solare dall’esterno e la riflette all’ interno con una potenza pari a una lampadina di 60 Watt. Inoltre il materiale plastico resistente delle bottiglie permette una durata media di 5 anni.

L’associazione che promuove l’iniziativa riceve l’aiuto di innumerevoli donatori e sponsor e il progetto si propone di allargare i propri orizzonti a livello internazionale con l’intenzione di aiutare gratuitamente molti altri villaggi e baraccopoli in tutto il mondo, in cui la luce è un lusso.

Il video:

Bruna Giorgio

Lascia un Commento