Siria, gli Stati Uniti varano sanzioni contro Assad

di -
1 17
Condividi su Facebook 0 Condividi su Twitter 0

Le sanzioni colpiranno direttamente Bashar al-Assad e altri 6 alti funzionari del governo di Damasco, macchiatosi di gravissime violazioni dei diritti umani attraverso l’uso della violenza posta in essere per reprimere le proteste in atto nel Paese. Sarebbero oltre 700, infatti, i civili uccisi durante gli scontri tra manifestanti ed esercito, in un’escalation di orrore che la comunità internazionale non può più tollerare.

In concreto, le misure sanzionatorie consistono in primis nel congelamento dei beni dei funzionari siriani che si trovano in territorio americano o sotto la sua giurisdizione. Stesso provvedimento per la leadership siriana rappresentata, oltre ad Assad, dal vicepresidente Farouq al-Shara, dal premier Adel Safar, dal ministro dell’Interno Mohammad Ibrahim al-Shaar, dal ministro della Difesa Ali Habib, e infine dal capo dell’intelligence dell’esercito siriano e dal capo della direzione della sicurezza politica.

David S.Cohen, sottosegretario al Tesoro per la lotta al terrorismo, in una nota lancia un messaggio esplicito a Damasco: “Il presidente al-Assad e il suo regime devono immediatamente smettere di utilizzare la violenza, rispondere alle richieste del popolo siriano per un governo più rappresentativo, e intraprendere un percorso di significative riforme democratiche”.

Anche nel Vecchio Continente si valuta la possibilità di includere il Presidente Assad nella lista nera dei funzionari, per ora 13, già sanzionati dall’Ue. Intanto la Russia pone già il veto, simbolicamente, su un eventuale intervento delle Nazioni Unite in Siria. Il presidente Dmitry Medvedev ha dichiarato alla stampa che “non sosterrà alcuna risoluzione, anche se gli altri alleati me lo chiederanno”, lasciando dedurre che Damasco deve essere lasciata sola a gestire la propria situazione interna.

Martina Damiani

1 COMMENTO

  1. Il solito: fai quello che ti dico e non fare quello che faccio ……e l’abbronzato sospinto dalle forze sioniste “parla di violazione dei diritti umani. Dai pellerossa in poi quanti sono i massacri
    perpetrati dai governi degli USA ?? oltre a quello che, attualmente, stanno propinando a noi tutti, senza che ce ne rendiamo conto. Quale credibilità può avere il governo di una nazione o confederazione di stati che sia quando è capace perfino di privare il proprio popolo di quei diritti
    per i quali accusa altre nazioni di violarne il rispetto ??

Lascia un Commento