Operazione Trash Food, sequestrati 2.300 prosciutti Dop: provenivano da maiali nutriti con rifiuti speciali

di -
0 32
Condividi su Facebook 0 Condividi su Twitter 0

L’operazione “Trash food” ha portato al sequestro di 750 maiali, 30 tonnellate di scarti di lavorazione e tutte le cosce ottenute dai maiali dell’allevamento e macellati negli ultimi 15 mesi. Le analisi sanitarie stabiliranno se i prodotti siano o meno consumabili, ma in ogni caso gli alimenti non potranno mantenere il marchio Dop.

Il proprietario dell’allevamento è stato denunciato per frode in commercio e vendita di prodotto non genuino, oltre che per traffico illecito in associazione con due aziende alimentari che fornivano il “mangime”, ossia gli scarti, all’imprenditore agricolo.

L’indagine dei Nas ha avuto inizio la scorsa primavera: i militari avevano scoperto che una gran quantità di rifiuti animali e vegetali venivano stoccati in un allevamento di suini. In seguito sono stati sottratti al commercio oltre 1900 prosciutti di Parma Dop e di Modena Dop, all’incirca 400 prosciutti San Daniele Dop, stagionati in più di 40 strutture emiliane e friulane. Un valore totale di 300mila euro.

Le operazioni di accertamento, inoltre, hanno verificato che negli ultimi 24 mesi sono state inviate quasi 250 tonnellate di rifiuti speciali dalle aziende alimentari all’allevamento, per essere probabilmente utilizzate come mangime per circa 2mila suini.

19 luglio 2012

Margherita Micelli Ferrari

NESSUN COMMENTO

Lascia un Commento