giovedì, 17 aprile 2014
Abbonati gratis
Edizioni locali:

Politica

11 marzo 2014

Camera, discussione su riforma della legge elettorale
Quote rosa violentate dal branco dei franchi tiratori. Giuditta Pini su twitter: «Lorena Bobbit vi accompagni»

ROMA – A quasi nove anni di distanza dal pianto a Montecitorio di Stefania Prestigiacomo, le “quote rosa” vengono nuovamente respinte al mittente. La Camera ha infatti bocciato i tre emendamenti più discussi dell’Italicum, che avrebbero garantito per legge una rappresentanza femminile più consistente quando non totalmente equilibrata rispetto a quella maschile.

10 marzo 2014

Renzi
Governo, Renzi annuncia taglio delle tasse da 10 miliardi. Al varo anche l’Italicum

ROMA – «Mercoledì per la prima volta si abbassano le tasse. Non ci crede nessuno? Lo vediamo». Tra il parziale, e probabilmente comprensibile, scetticismo di alleati, avversari ed elettori, Matteo Renzi non usa mezze misure nel definire quelli che saranno i provvedimenti più importanti da mettere a punto nel corso della settimana. In cima, dunque, un sostanzioso taglio alle tasse e il varo della nuova legge elettorale.

5 marzo 2014

Legge elettorale
Legge elettorale, c’è l’accordo: Italicum si applicherà solo alla Camera

ROMA – Quella che sembrava solo una boutade è invece divenuta realtà. Il dietrofront di Silvio Berlusconi ha consentito il raggiungimento di un’intesa che potrebbe ora accelerare le prossime riforme istituzionali. L’Italicum, la nuova legge elettorale, sarà dunque applicata solo per la Camera dei Deputati, nell’ottica di un percorso che porti all’abolizione e alla trasformazione dell’attuale Senato.

4 marzo 2014

Parlamento
Italicum, rinvio della discussione in Aula. Renzi è sereno ma Berlusconi convoca i fedelissimi

ROMA – La marcia verso l’approvazione della legge elettorale ha subito una frenata. La discussione in Aula, che sarebbe dovuta cominciare questo pomeriggio alle 15, è stata posticipata a causa del rinvio alle 16 del Comitato dei Nove della Commissione Affari Costituzionali. L’organo, che si sarebbe dovuto riunire in mattinata, è chiamato a esaminare gli emendamenti all’Italicum.

28 febbraio 2014

sottosegr
Renzi nomina i sottosegretari: gli indagati erano proprio necessari?

Completata la squadra di governo. In tutto 44 sottosegretari, di cui 9 vicemnistri. Sale così a 62 il numero totale dei membri del “Renzi I”. Ecco la squadra completa:

scontri Camera
Disordini alla Camera, sospesi Dambruoso (Sc), Rampelli (FdI) e 22 deputati del M5S

ROMA – L’Ufficio di Presidenza ha stabilito l’espulsione di una trentina di deputati per i disordini verificatisi il mese scorso alla Camera, dopo la votazione del decreto Imu – Bankitalia, e nelle Commissioni Affari Costituzionali e Giustizia.

26 febbraio 2014

ignazio-marino-2
Lega e M5S affossano il SalvaRoma. La capitale rischia il default e Marino ventila le dimissioni

ROMA – Il Governo ha ritirato il decreto SalvaRoma a causa dell’ostruzionismo di Lega e Movimento 5Stelle che ne avrebbe impedito l’approvazione entro i termini di legge. Il dl non verrà dunque discusso né votato, ma il ministro Boschi ha annunciato la sua riformulazione in un nuovo decreto.

Movimento-5-stelle_bandiera
Movimento 5Stelle, espulsi i 4 senatori dissidenti

ROMA – Alla fine il voto arrivò. La rete ha decretato l’espulsione dei senatori dissidenti Luis Alberto Orellana, Francesco Campanella, Lorenzo Battista e Fabrizio Bocchino dal gruppo di Palazzo Madama.

25 febbraio 2014

renzicamera
Renzi ottiene la fiducia anche alla Camera. Continua lo scontro con i grillini

ROMA – Dopo la fiducia al Senato, Renzi passa anche alla Camera dove ottiene – come da ovvie previsioni – una maggioranza assai più larga con 378 sì e 220 no.

bersanitorna
Bersani torna alla Camera tra gli applausi

ROMA – Pierluigi Bersani è arrivato a sorpresa alla Camera dove nel pomeriggio ci sarà il voto di fiducia al governo Renzi. L’ex segretario democratico, al rientro dopo la convalescenza (nel gennaio scorso era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico in seguito a un’emorragia cerebrale), è stato salutato da numerosi parlamentari di tutti i partiti. Un lungo e caloroso applauso lo ha accolto al suo arrivo nell’Aula della Camera.